Subwoofer amplificato – I migliori subwoofer attivi

 


Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Se avete bisogno di aggiungere dei bassi per un piccolo impianto stereo, home theater o un sistema audio del computer dovete acquistare un subwoofer.

Che cosa è un subwoofer?

Un subwoofer è un diffusore che permette di riprodurre i suoni bassi. Si aggiunge a delle casse altoparlanti rendendo il suono più corposo con un impatto più esplosivo. Un sub può essere dello stesso marchio degli altoparlanti principali o di un altra marca; ma in alcuni impianti di fascia alta è consigliabile l’acquisto di un sub della stessa marca altrimenti si rischierebbe di non avere un buon rendimento. L’aggiunta di bassi crea l’illusione di una maggiore spaziosità. Avere dei buoni sub è il sogno di molti appassionati di home theater, soprattutto per guardare i film d’azione, che sono pieni di esplosioni e incidenti, rendendo il tutto molto più realistico. Se un subwoofer non è regolato correttamente potrebbe rendere il suono fastidiosamente rimbombante.

Come collegare un subwoofer

Se si utilizza il subwoofer con ricevitore home theater il collegamento è semplice: basta connettere il cavo audio RCA dall’uscita del ricevitore di ingresso di linea del subwoofer. Se si utilizza il subwoofer con un piccolo impianto stereo, si può collegare il subwoofer tramite i cavi degli altoparlanti aggiuntivi (a patto che il subwoofer abbia i collegamenti a livello dei diffusori). Il subwoofer va collegato come se fosse un ulteriore set di altoparlanti, utilizzando gli stessi collegamenti dell’amplificatore. Se si intende collegare un subwoofer ad un sistema di altoparlanti per computer bisogna utilizzare un adattatore a Y come questo. Collegate l’adattatore a Y nell’uscita audio del computer, quindi collegate una gamba dell’adattatore a Y agli altoparlanti del computer con un cavo jack da 3,5 mm come questo (la maggior parte degli altoparlanti del computer comprendono questo cavo), e collegare l’altra gamba dell’adattatore a Y agli ingressi di linea del subwoofer con un cavo dotato di jack da 3,5 mm da un lato con 2 RCA maschio dall’altro lato, come questo.

Con i subwoofer si possono avere problemi di ronzio quando si inserisce la spina del subwoofer in una presa di corrente alternata diversa da quella del sistema audio / video; se i due punti sono su interuttori diversi si potrebbe ottenere un ronzio a 60 Hz . Per risolvere il problema del ronzio, per prima cosa bisogna controllare il collegamento audio tra il subwoofer e il ricevitore. Un cavo danneggiato o parzialmente disconnesso può produrre ronzio. Se il cavo è in buone condizioni ed i collegamenti sono solidi, e se il subwoofer ha un cavo CA rimovibile che è possibile capovolgere, provare a capovolgere il connettore. Se il cavo di alimentazione CA del sub è collegato in modo permanente o non è progettato per essere capovolto, provare a collegare il subwoofer a una presa multipla condivisa dal resto del sistema audio / video.

Dove mettere un subwoofer

Potete mettere il sub in un angolo che renderà il suono rimbombante. Mettere da qualche altra parte e alcune note di basso saranno potenziati, alcuni mettono il subwoofer sulla poltrona per ottenere dei bassi melodici strisciandola per la stanza con la testa vicino al pavimento in modo da trovare il punto dove i bassi suonano più uniformi. Se il suono non è importante, basta mettere il subwoofer dove si preferisce. Dovrebbe suonare comunque bene se regolato correttamente.

Come regolare un subwoofer

I subwoofer economici di solito hanno solo due manopole che permettono di regolare il volume e la frequenza del crossover. La frequenza del crossover determina le note più alte riprodotte dal subwoofer. L’idea è quella di ottenere con il subwoofer le frequenze che gli altoparlanti lasciano fuori, magari basandosi sulla scheda tecnica sul sito Web del produttore degli altoparlanti. Ad esempio, la scheda tecnica del modello di altoparlanti M-Audio AV Studiophile 40 mostra una risposta in frequenza nominale che va dagli 85 Hz ai 20 kHz. In questo caso, è necessario impostare la frequenza di crossover del subwoofer a 85 Hz, ma ricordate che alcune schede tecniche non sono proprio precise in quanto i produttori tendono ad essere ottimisti.

Si noti che se si utilizza il subwoofer con un ricevitore home theater, è necessario impostare il controllo della frequenza di crossover del subwoofer al massimo e utilizzare le impostazioni di crossover del ricevitore del subwoofer. Dopo questo primo passaggio è necessario impostare il livello del volume del subwoofer rispetto agli altoparlanti. Se si utilizza un ricevitore home theater, il tono di test incorporato aiuterà a impostare il livello del volume. In questo caso conviene lasciare il controllo del volume del subwoofer a metà strada, regolando il volume del subwoofer utilizzando i controlli del ricevitore.

Se si utilizza il subwoofer in un impianto stereo o con un computer, è sufficiente impostare il volume del subwoofer in modo che suoni meglio nella posizione di ascolto. Il suono non deve essere né rimbombante né magro. È inoltre possibile modificare il volume del subwoofer per soddisfare qualunque musica o film che si sta ascoltando. Non esistono regole in questo caso.

Subwoofer Velodyne Impact 10 (Vedi prezzo o acquista)

subwoofer-attivo

Il Velodyne Impact è un subwoofer da 10 pollici che non raggiunge le frequenze basse come molti concorrenti ma fornisce un sacco di volume per spargere le basse frequenze in una piccola sala di intrattenimento. Secondo una nostra analisi la risposta in frequenza fornita dal produttore è accurata. I produttori spesso abbelliscono le statistiche della risposta di frequenza, questo sub arriva sino a 32 herz e emette 150 watt continui classificandosi come il miglior subwoofer da avere in casa. In una piccola stanza si comporta molto bene e vanta di un design molto compatto con un peso di soli 30 chili. Altri subwoofer pesano più di 50 chili. Situato sul retro del subwoofer vi è il crossover regolabile che varia sui 50-200 Hertz. Il crossover è progettato per inviare qualsiasi frequenza al di sopra del valore impostato per altri altoparlanti. Come pro questo subwoofer ha più opzioni di ingressi per la connessione a vecchi e nuovi ricevitori.

Subwoofer Yamaha YST SW012 (Vedi prezzo o acquista)

subwoofer-amplificato-yamaha

Questo subwoofer è altrettanto buono per i piccoli ambienti ma considerate che ad esso mancano la regolazione degli ingressi e del crossover rendendolo più difficile da aggiungere a un sistema esistente. Il Yamaha YST-SW012 è un piccolo subwoofer con una buona gamma di frequenza profonde che difficilmente si trovano in altri sub delle stesse dimensioni, ha un driver da 8 pollici e riesce a scendere fino ai 28Hz. Il subwoofer ha una risposta in frequenza piatta e quando un altoparlante riproduce i toni in modo accurato permette di ottenere un suono piacevole e naturale. Ci sono sub più potenti operando a circa 200 watt mentre questo funziona solo su 100 watt di potenza RMS. La mancanza di potere rende questo subwoofer più adatto alle sale di intrattenimento più piccole mentre in una grande camera risulterebbe deludente. Sul retro è presente solo l’ingresso, un pulsante di accensione e la manopola del volume mentre con i suoi 20 chili misura 11.4 x 11.4 x 12.9 pollici (H x L x P), quindi abbastanza compatto per essere messo su un tavolo o in un piccolo spazio in camera.

Subwoofer Klipsch R-110SW (Vedi prezzo o acquista)

klipsch-r-110sw

Questo subwoofer Klipsch lavora su un ottima gamma di frequenze da 27 a 150Hz. Con il suo stile compatto ed elegante produce dei bassi musicali stretti aggiungendo un bel senso di profondità alla musica e ai film ad una bassa distorsione. L’amplificatore digitale integrato rende il suono dei bassi incisivo e potente. Le porte anteriori permettono una frequenza energetica anche a bassa gamma, mentre la tecnica di disaccoppiamento acustico dell’MDF crea un effetto potente che riduce al minimo il rumore ambientale della stanza. Questo subwoofer supporta l’adattatore wireless, funzione utile sopratutto a chì desidera modificare il posizionamento in qualsiasi ambiente. Con i suoi 200 watt di potenza continua e la capacità di gestire fino a 450 watt, è abbastanza potente sentire anche gli effetti più sottili.

Subwoofer ELAC S10 Debut Series 200 Watt (Vedi prezzo o acquista)

elac-s10-debut-series-200-watt

Il subwoofer ELAC S10 Serie 200 Watt è dotato di un woofer da 10″ che rende incredibili le basse frequenze con un gran senso di realismo. Esso integra un amplificatore BASH da 200 watt di potenza RMS e 400 watt di potenza di punta. La risposta in frequenza è di 28-150Hz mentre non manca un crossover regolabile in modo continuo a 50-150Hz. Questo subwoofer è dotato di un equalizzatore automatico per l’ambiente della stanza e come ciliegina sulla torta offre un app mobile che permette di utilizzare lo smartphone per i controlli analogici tradizionali.